Quali ali abbiamo?

E’ un ritorno annuale. Dopo molti mesi, ritorna a ricevere trattamenti shiatsu. Conosce come posso arrivare in profondità e come la possono aiutare nei momenti più intensi di emozioni, quelle che non ti aspetti! Tachicardia, insonia.

Al primo incontro è stato una tempesta, ma anche un “dove metto le mani”? Se mi connetto ai chakra, non li trovo e quel che posso percepire non è nella normalità. Sono una tempesta. Non seguono i giri canonici, non ruotano a ritmo dell’universo. Ruotano in verticale, creando una spirale, sono molto veloci. Ma li perdo. Non è quello l’accesso.

Il campo/field, per alcuni aurea, intorno al corpo è molto sottile e attaccato alla materia. Non accetta l’espansione.

Le ali / wings ? Mi sono collegata alle ali dopo aver lavorato la testa, compreso il volto. Si è lasciata andare, si è assopita. Le sue ali sono letteralmente spiaccicate al corpo, sono di legno. Alla fine del trattamento si sono verticalizzate e si coglieva del movimento (battito di ali). Questa è la porta di ingresso. Nel nostro percorso diventano ali più leggere, immagino una libellula.

Al nostro ultimo incontro, vedo la libellula che vola bassa, muove velocemente le ali e cambia repentinamente direzione. I chakra si manifestano con tutti i colori e il chakra del cuore ci richiama.

Nel percorso settimanale che facciamo, la comprensione di quello che sta succedendo raccoglie varie emozioni, dal pianto al respiro, dal rilassarsi all’ appisolarsi. Tutto serve e tutto è nel percorso per riprendere a volare e a credere che si può fare, che ce lo meritiamo.

il-volo-della-libellula